Rennes le chateau



Sito di Mariano Tomatis


Rennes le Chateau è un minuscolo villaggio della Francia meridionale nel dipartimento di Languedoc-Roussillon.
Il villaggio non avrebbe nulla di storico o monumentale, pur essendo stato nell'alto medioevo un centro di collegamento abbastanza importante, ora è un paesetto abbastanza isolato.
Rennes le Chateau è invece entrato nella leggenda per i fatti che si sono verificati a cavallo tra il XIX ed il XX secolo.
Tutto cominciò quando nel paese venne inviato come parroco un certo Bérenger Saunière, questo prete in pochi anni da poverissimo divenne ricchissimo, tanto da far costruire nel paese una villa per sè, una torre che intendeva adibire a biblioteca, e soprattutto da far ristrutturae la chiesa, dedicata a Maria Maddalena in maniera piuttosto bizzarra.
Attorno a questi fatti sono con gli anni cresciute un numero innumerevole di storie, dalle più semplici alle più bizzarre, a cominciare da quella che Bérenger Saunière avesse trovato un tesoro, fino a quella che avesse trovato dei documenti con cui ricattava il Vaticano (!). Una quantità enorme di libri sono stati scritti sull'argomento, da quelli che aumentano ancora il mistero a quelli che cercano di ridimensionarlo.
No sarò certo io a riprendere qui tutto quello che si è detto e scritto sui fatti di Rennes le Chateau, per questo rimando ai libri che qualunque libreria potrà fornire, oppure a siti come quello a cui si può giungere cliccando sul banner che vedete qui sopra ottimamente gestito da Mariano Tomatis.
Anzi cliccate qui per andare ad una pagina dove Mariano Tomatis fa un riassunto praticamente completo della storia
Per conto mio cerco di conoscere il più possibile di quello che viene scritto sull'argomento (affidabile o no) per giungere ad un mio parere, magari collaborando con Mariano Tomatis in quello che posso, ad esempio con la traduzione del documento che potete trovare ai link
Il segreto di Saunière: la fine di un sogno
oppure
Shugborough e Rennes-le-Chateau
Questa sarà una pagina quindi in perpetuo anche se non frequente "work in progress" Per ora una lista di libri da leggere sulla storia di Bérenger Saunière e del suo presunto tesoro.

M.Baigent, R.Leigh, H.Lincoln, Il Santo Graal , Mondadori
M.Baigent, R.Leigh, H.Lincoln, L'eredità messianica , Tropea
M.Baigent, R.Leigh, Il tempio e la loggia , Newton Compton
M.Bizzarri, F.Scurria, Sulle tracce del Graal - Alla ricerca dell'immortalità, Edizioni Mediterranee
R.Andrews, P.Schellenberger, Alla ricerca del sepolcro, Sperling & Kupfer
H.Lincoln, Il codice segreto della croce, Sperling & Kupfer
G.Baietti, L'enigma di Rennes-le-Château, Edizioni Mediterranee
F.Garufi, Rennes le Chateau un'inchiesta, Edizioni HERA
Blake Peter - Blezard Paul S., Il codice Arcadia, Tropea
Jarnac Pierre, Archives du tresor de Rennes le Chateau, Belisane (in Francese)
De Sède Gérard, Rennes-le-Château, Amenothes ( anastatica in Francese)
De Sède Gérard, The accursed treasure of Rennes-le-Château, DEK publishing (Traduzione inglese del libro di De Séde Le treasure maudit de Rennes Le Chateau)
De Sède Gérard, Le templiers son par mi nous, Amenothes ( anastatica in Francese)

La CINEHOLLYWOOD ha pubblicato una Videocassetta dedicata a Rennes le Chateau intitolata LE SETTE SEGRETE "IL MISTERO DEI TEMPLARI"


Le Pommes Bleues
Il mistero racconta che Bérenger Saunière trovò due pergamene in codice, una delle quali decriptata diceva così:
BERGERE PAS DE TENTATION QUE POUSSIN TENIERS GARDENT LA CLEF PAX DCLXXXI PAR LA CROIX ET CE CHEVAL DE DIEU J'ACHEVE CE DAEMON DE GARDIEN A MIDI POMMES BLEUES
che tradotto in italiano suona:
PASTORA, NESSUNA TENTAZIONE. CHE POUSSIN, TENIERS, DETENGONO LA CHIAVE: PACE 681. PER LA CROCE E QUESTO CAVALLO DI DIO, IO COMPIO -o ANNIENTO- QUESTO DEMONE DI GUARDIANO A MEZZOGIORNO. MELE AZZURRE.

Cosa può significare MELE AZZURRE ?
Si è notato che le vetrate della chiesa in certe condizioni di luce proiettano delle macchie colorate contro i muri e si è detto che queste macchie colorate sono un sistema escogitato da Saunière per indicare dove si trova il suo tesoro.

Chiesa di Rennes le Chateau
(Foto di Mariano Tomatis scattata alle ore 12.00 del 17/01/2004)

La fotografia qui sotto dimostra come questo fenomeno non è per nulla raro, probabilmente si verifica in quasi tutte le chiese del mondo, la foto è stata scattata in una chiesa che non ha nulla a che fare con il mistero di Rennes le Chateau, infatti è la Cattedrale di San Patrizio a Dublino, e anche lì ci sono le mele azzurre.
(La fotografia è di Enrica Quaglia, cliccare per ingrandire)

Cliccare per ingrandire


Tanto per ribadire che le vetrate delle chiese fanno spesso effetti strani, ecco una foto che rappresenta un "misterioso" TRIANGOLO BLU nel duomo di Milano.

Chissà se indica in qualche data la posizione di un "tesoro"

Sul numero 26 (2008) della rivista Indagini su Rennes-le-Château diretta da Mariano Tomatis è apparso un mio breve articolo sull'argomento
Cliccare qui per andare direttamento all'articolo sul sito della rivista
Considerazioni astronomiche sulle Pommes Bleues (pp.1287-1290)
La proiezione delle “mele blu” analizzata in modo scientifico


Qui sotto un abstract dell'articolo
Il fenomeno delle “mele blu” di Rennes-le-Château si verifica ogni anno il 17 gennaio: il sole,
attraversando una finestra del lato sud della chiesa di Santa Maddalena, proietta alcuni cerchi
colorati sulla parete nord all’interno della chiesa. Un’analisi astronomica rivela che in quel giorno
il sole si trova ad un’elevazione sull’orizzonte di 25°; per questo motivo, probabilmente il fenomeno
si manifesta anche il 28 novembre, quando il sole si trova alla stessa altezza. Si tratta di un
avvenimento del tutto naturale, dal momento che la chiesa - come vuole la tradizione - si trova
allineata lungo l’asse Est-Ovest: ciò significa che anche alcuni giorni prima e alcuni giorni
dopo il 17 gennaio (e il 28 novembre) sarebbe possibile rilevare le bizzarre proiezioni di cerchi colorati.


Il plico da Rennes le Chateau
Come dicevo più sopra cerco di documentarsi il più possibile, e questo comporta la ricerca dei testi che vengono citati dai vari autori sull'argomento; nel principale più noto almeno in Italia, su Rennes le Chateau ("Il Santo Graal" di Baigent,Leigh,Lincoln), vengono citati dei documenti intitolati "Dossiers Secrets" attribuiti ad un certo H.Lobineau.
Questi testi risultavano introvabili sia come libri che come documenti Internet, finchè ho scoperto che una libreria posta proprio a Rennes le Chateau li aveva, raccolti in dei fascicoli con altri testi relativi alla vicenda denominati Mélanges Sulfureux.
I testi sono stati raccolti e pubblicati da Pierre Jarnac.

Mélanges Sulfureux 1 Mélanges Sulfureux 2 Mélanges Sulfureux 3
La libreria si chiama Atelier Empreínte, e vende anche per posta praticamente tutti i libri che esistono sul caso.
Così ho ordinato i 3 fascicoli Mélanges Sulfureux, che mi sono stati recapitati in un pacchetto sigillato (per motivi di trasporto postale), beh fa un certo effetto ricevere un plico sigillato da Rennes le Chateau e trovarvi dentro i "Dossiers Secrets", "Le Serpent Rouge", "Pierres gravées du Languedoc" ed altro legato al mistero.
Insomma sembra di entrare direttamente nel mistero di Rennes le Chateau.
Ecco qui sotto il plico
Plico da Rennes Le Chateau
ed il timbro postale della cittadina di Esperaza citata spesso nel mistero (cliccare per ingrandire il timbro)
Timbro di Esperaza

Il Castello di Gisors
Il mistero di Rennes le Chateau è più o mneo legato ad altri misteri storici, uno sarebbe quello del tesoro dei Cavalieri Templari. Questo ordine religioso e militare sorse appena dopo la prima Crociata (1099), con il compito di proteggere i pellegrini che si recavano in Terrasanta. Con il passare dei decenni questo ordine di monaci-soldati diventò ricchissimo, nel 1307 il re di Francia Filippo IV detto il Bello per appropriarsi delle ricchezze dell'ordine, fece arrestare i Cavalieri Templari che si trovavano in Francia con varie accuse tra cui l'eresia.
Qui nasce appunto il mistero del tesoro, perchè sembra (dico sembra) che quando i soldati del re di Francia entrarono nella sede dei Templari di Parigi (il Tempio appunto, che nel 1789 diventò poi la prigione di Luigi XVII e Maria Antonietta) di ori e denari non se ne trovò traccia. Qualcuno disse che i Templari avendo saputo dell'azione di Filippo, avessero per tempo trasferito i valori, ma dove ?
Naturalmente a Rennes Le Chateau, e questo sarebbe appunto il tesoro trovato da Saunière !
Nulla supporta questa tesi, che è contrastata da numerose altre, tra cui quella che i Templari avessero trasferito il denaro nel castello di Gisors, nella valle dell'Epte, dove si troverebbe tuttora. Questa tesi è proposta da De Sède nel suo libro "Le templiers son par mi nous", rifacendosi al fatto che nel 1946 un certo Roger Lhomoy parlò di una cripta scoperta sotto il castello, ma probabilmente anche questa storia fa parte delle leggende fiorite attorno ai Templari e alla loro fine.
Il castello è comunque un monumento importante tra l'altro legato a personaggi storici come Riccardo Cuor di Leone ed è abbastanza ben conservato, esempio di costruzione militare medievale.
Ecco due foto del castello di Gisors, scattate nel 2003 da Enrico Cattaneo (cliccare per ingrandirle)

Castello di Gisors Castello di Gisors


Secondo il libro di Baigent,Leigh,Lincoln, Il Santo Graal: il castello sarebbe anche legato alla separazione tra i Cavalieri Templari ed il presunto ordine del Priorato di Sion, che secondo i citati autori, sarebbe dietro alla nascita del Templari stessi.
In uno spiazzo sotto il castello, nel 1188 durante una scaramuccia tra Francesi ed Inglesi allora in guerra, presenti i re Enrico II di Inghilterra e Filippo II di Francia presente anche Riccardo Cuor di Leone ) un secolare olmo sarebbe stato abbattuto, abbattimento che in realtà secondo i tre scrittori sarebbe stato invece il simbolo dell'interruzione delle realazioni tra il Priorato e la sua creatura (i Templari appunto), interruzione che poi sarebbe sfociata nella distruzione dei Templari da parte di re Filippo. Nonostante numerose ricerche non ho mai trovato nessun testo attendibile che narri questo episodio.

Ritorna all' indice MITI E LEGGENDE